Investigatori ed esperti antifrode

Homepage > Investigatori ed esperti antifrode
picture showing a young woman looking through a magnifying glass

La Commissione europea (CE) è alla ricerca di investigatori ed esperti antifrode nel settore delle spese dell'UE e della lotta alla corruzione e nel settore delle dogane e del commercio, del tabacco e delle merci contraffatte. Gli investigatori (grado AD7) e gli esperti assunti (grado AD9) lavoreranno principalmente presso l'Ufficio europeo per la lotta antifrode (OLAF).

Offriamo opportunità di lavoro a personale esperto che corrisponda a uno dei seguenti profili. Si noti che è possibile candidarsi per un solo grado e profilo.

  • Settore 1 – Indagini e operazioni antifrode nel settore delle spese dell'UE e della lotta alla corruzione

Investigatori antifrode (AD7): i loro compiti principali includeranno lo svolgimento di indagini nel settore delle spese e delle entrate dell'UE, della lotta alla corruzione e/o delle irregolarità gravi commesse dal personale dell'UE.

Esperti antifrode (AD9): in possesso di un elevato grado di specializzazione, condurranno indagini e operazioni riguardanti le spese, le entrate e la lotta alla corruzione, fornendo a tali indagini e operazioni un sostegno specialistico di alto livello.

  • Settore 2 – Indagini e operazioni antifrode nel settore delle dogane e degli scambi, del tabacco e delle merci contraffatte

Investigatori antifrode (AD7): i loro compiti principali consisteranno nello svolgere indagini nel settore delle dogane e degli scambi, del tabacco e delle merci contraffatte.

Esperti antifrode (AD9): condurranno indagini e operazioni nel settore delle dogane e degli scambi, del tabacco e delle merci contraffatte, fornendo a tali indagini e operazioni un sostegno specialistico di alto livello.

 

Come datore di lavoro, le istituzioni e le agenzie dell'UE offrono l'accesso a un vasto insieme di competenze e a innumerevoli opportunità per continuare ad apprendere, rafforzare le proprie capacità e sviluppare la propria carriera. 

Il rispetto della diversità culturale e la promozione delle pari opportunità sono principi fondamentali dell'UE, e l'Ufficio europeo di selezione del personale si impegna ad offrire parità di opportunità, trattamento e accesso a tutti i candidati. Per saperne di più sulla nostra politica delle pari opportunità e sulle modalità per richiedere adeguamenti specifici delle prove di selezione, consulta la nostra pagina dedicata.

 

Sei la persona giusta?

 

Per candidarsi occorre essere cittadini di uno Stato membro dell'UE, una conoscenza approfondita di una lingua ufficiale dell’UE e una conoscenza soddisfacente dell'inglese o del francese. Occorre inoltre soddisfare i seguenti criteri, che variano a seconda del settore:

 

  • Investigatori (AD7): Settore 1 / Settore 2: i candidati devono essere in possesso di un diploma universitario di almeno 4 anni seguito da almeno 6 anni di esperienza professionale, oppure di un diploma universitario di almeno 3 anni seguito da un minimo di 7 anni di esperienza professionale in qualità di investigatore, funzionario di polizia o altro professionista responsabile dello svolgimento di indagini nel rispettivo settore di attività.
  • Esperti (AD9): Settore 1 / Settore 2: i candidati devono essere in possesso di un diploma universitario di almeno 4 anni seguito da almeno 10 anni di esperienza professionale, oppure di un diploma universitario di almeno 3 anni seguito da un minimo di 11 anni di esperienza professionale come responsabile dello svolgimento di indagini nel rispettivo settore di attività. L'esperienza professionale deve comprendere un minimo di 3 anni nella gestione di indagini complesse (ad esempio: indagini transfrontaliere, indagini che coinvolgono diversi autori, anche a livello nazionale, modus operandi complessi, indagini estremamente sensibili, indagini in contesti internazionali).

 

Per informazioni dettagliate sui requisiti, sulla procedura di candidatura e sulle prove, consulta il bando di concorso nelle pagine seguenti.

È possibile candidarsi a partire dal 7 ottobre.